Massimo Caputi

Nella sede di Feidos a Roma

BIOGRAFIA

Massimo Caputi, fondatore e maggiore azionista della Feidos Spa, è una delle principali figure della Finanza Immobiliare italiana, avendo ricoperto cariche apicali in aziende private e pubbliche di rilevanza europea.

Tra le sue molte iniziative imprenditoriali e i prestigiosi incarichi di top management, qui ricordiamo:

Prelios SpA

Dal 2013 al 2015 è stato Vice Presidente esecutivo della Prelios SpA (già Pirelli Real Estate) con mandato per lo Sviluppo del Business, un gruppo immobiliare quotato alla Borsa di Milano dal 2002.

 

FIMIT

Dal 2000 al 2011 è stato CEO di FIMIT (oggi Idea FIMIT), quando ha guidato la fusione FIMIT con una SGR controllata da De Agostini Group, creando il primo player del settore con circa €10 miliardi di AuCap: Idea FIMIT SGR.
È stato Vice Presidente con mandato per lo Sviluppo del Business in Italia fino ad aprile 2012. Nell’aprile 2012 ha ceduto la sua partecipazione in Idea FIMIT.

 

Sviluppo Italia Group

All’inizio del 2002 il Ministro dell’ Economia lo ha nominato CEO del Gruppo Sviluppo Italia (azienda nazionale con la Missione di attrarre in Italia capitali stranieri, oggi Invitalia). Con la sua leadership, la Società ha raccolto in tre anni più di un miliardo di Euro di investimentio e ha realizzato profitti per oltre 10 Milioni di Euro.

 

Grandi Stazioni SpA

Nel giugno 1996 Ferrovie dello Stato Italiane lo nomina CEO della controllata Termini S.p.A., che dal 1998 è diventata Grandi Stazioni S.p.A. . Il suo obiettivo era di sviluppare un progetto pilota per rendere redditizia la gestione di Stazione di Roma Termini. Appena costruita con successo questa operazione, ha poi guidato la privatizzazione della società e ha lanciato nuovi progetti per la ristrutturazione e il miglioramento di grandi stazioni ferroviarie nazionali e internazionali.

 

Oltre alle sue molteplici attività imprenditoriali, oggi Massimo Caputi mette la propria esperienza a disposizione del mondo Confindustria, con competenze e maturità particolarmente preziose nel periodo di massima crisi economica e sociale del Paese e di grande fermento legislativo. Ricopre la carica di Presidente di Federterme e fa parte dei gruppi di lavoro Confindustria-Credito&Finanza e Federturismo-Cultura. In qualità di Presidente Federterme partecipa attivamente a tutte le iniziative Federturismo per sollevare l’intero settore, con spirito costruttivo ed unitario, dalla gravissima crisi innescata dal Covid19.
La estesa rete di relazioni internazionali costruita in anni di Management direttivo e l’ autorevolezza nei settori del Real Estate e del Turismo, in particolare Termale, sono le chiavi di successo dei suoi tanti progetti d’affari, sempre guidati da una approccio di partnership.